Proteggere la tua Privacy nell’Era Digitale

PROTEGGERE LA TUA PRIVACY NELL ERA DIGITALE LEX AROUND ME MILANO

Proteggere la tua Privacy nell’Era Digitale

In un mondo sempre più digitale, la protezione dei dati personali è diventata una priorità.

La protezione dei dati è un diritto fondamentale, contenuto sia nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea e sia nel Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea (“TFUE”).

Ogni persona ha diritto alla protezione dei dati di carattere personale che la riguardano. Una volta che i dati personali vengono pubblicati online diventano permanentemente accessibili e possono essere facilmente rintracciati e visualizzati da chiunque.

Anche nel caso in cui si ottiene un provvedimento o una sentenza che ordini la rimozione delle informazioni, è spesso difficile garantire la loro completa eliminazione dalla rete, data la pratica diffusa di ripubblicare o condividere i contenuti presenti su diverse piattaforme digitali. In questo contesto, è cruciale essere consapevoli del potere e delle conseguenze delle nostre azioni online.

Ogni informazione che condividiamo contribuisce a modellare il nostro mondo digitale. Siamo allo stesso tempo protagonisti e custodi della nostra vita online. È una responsabilità che tutti noi dobbiamo prendere sul serio, per garantire che la rete rimanga uno spazio di libertà ma anche di rispetto e protezione.

Proteggere la Privacy nell’Era Digitale: Sfide e Dilemmi Legali

La rivoluzione digitale ha trasformato il modo in cui interagiamo, portando con sé una serie di sfide e dilemmi legali senza precedenti.

Uno dei temi centrali di questa trasformazione è la protezione dei dati personali. Il diritto alla protezione dei dati personali è intrinsecamente legato al concetto di dignità umana e libertà individuale.

Ogni persona ha il diritto di controllare le proprie informazioni personali e di essere al sicuro da abusi o violazioni della propria privacy. Tuttavia, questo diritto non è assoluto e deve essere bilanciato con altri principi fondamentali, come la libertà di espressione e d’impresa.

L’avvento delle tecnologie moderne ha ampliato enormemente la portata della raccolta e della condivisione dei dati personali. Le imprese private e le autorità pubbliche possono ora accedere a quantità enormi di informazioni personali, grazie alla diffusione delle reti di comunicazione elettronica e delle loro applicazioni. Questo ha portato a una maggiore interconnessione tra individui e dati, creando un ambiente in cui le informazioni personali sono sempre accessibili e difficili da controllare.

La tecnologia ha anche trasformato il modo in cui creiamo e consumiamo contenuti. Gli utenti online non sono più semplici spettatori ma attori attivi nella creazione e condivisione di informazioni. Tuttavia, questa attività avviene all’interno di piattaforme digitali di proprietà di società terze, che stabiliscono le regole e influenzano il flusso di informazioni sulla rete.

Presenza delle informazioni nel digitale

Il diritto alla protezione dei dati di carattere personale non è una prerogativa assoluta, ma va considerato alla luce della sua funzione sociale e va contemperato con gli altri diritti fondamentali, in base anche al principio di proporzionalità e bilanciando.

La rapidità dell’evoluzione tecnologica, la potenza dei dispositivi tecnici e la globalizzazione comportano nuove sfide per la protezione dei dati personali, in quanto la portata della condivisione e della raccolta di dati personali è aumentata in modo significativo.

La tecnologia attuale consente tanto alle imprese private quanto alle autorità pubbliche di utilizzare grandissime quantità di dati personali nello svolgimento delle loro attività. Ciò è dovuto al fatto che, sempre più spesso, le persone più o meno volontariamente rendono disponibili al pubblico su scala mondiale informazioni personali che le riguardano e ciò soprattutto grazie alle reti di comunicazione elettronica e alle sue innumerevoli applicazioni.

Una volta che i dati personali vengono pubblicati online diventano permanentemente accessibili e possono essere facilmente rintracciati e visualizzati da chiunque. Anche nel caso in cui si ottiene un provvedimento o una sentenza che ordini la rimozione delle informazioni, è spesso difficile garantire la loro completa eliminazione dalla rete, data la pratica diffusa di ripubblicare o condividere i contenuti presenti su diverse piattaforme digitali.

In questo contesto, è cruciale essere consapevoli del potere e delle conseguenze delle nostre azioni online. Ricordiamo che ogni informazione che condividiamo contribuisce a modellare il nostro mondo digitale. Siamo allo stesso tempo autori e tutori della nostra vita online.

È una responsabilità che tutti noi dobbiamo prendere sul serio, per garantire che la rete rimanga uno spazio di libertà ma anche di rispetto e protezione.

Ogni tweet, ogni post, ogni informazione che condividiamo può essere vista, condivisa, e talvolta, usata contro di noi. E una volta che questi dati sono online, la loro eco può essere eterna.

Se vuoi approfondire gli aspetti del trattamento dei dati, puoi leggere gli altri articoli pubblicati nella categoria GDPR.

Vuoi risolvere una tua questione legale o avere un parere sugli argomenti trattati? Prenota qui la tua consulenza.

Per tutti gli aggiornamenti segui #LexAroundMe Lascia qui il tuo commento al blog e ai servizi di LexAround.me
 

Chi sono:

Scrivi un commento

SEGUI #LEXAROUNDME