Personalizzare i prodotti a Marchio altrui

Oggi parliamo di utilizzo del marchio altrui nella personalizzazione dei prodotti che vendiamo.

La questione che mi è stata posta è se sia possibile acquistare alcuni modelli di t-shirt, scarpe o borse che siano già di marchi famosi, ovviamente non tramite il distributore o il fornitore autorizzato ma direttamente online, e poi personalizzarli con scritte o inserti vari per poi rivenderli.

Serve una licenza per vendere prodotti di marchi famosi nel mio negozio e anche online?

La questione della personalizzazione dei prodotti altrui non è di per sé illecita. Conosciamo tutti la customizzazione dei prodotti, che possono essere sneakers famose, t-shirt o quant’altro.

Personalizzazione e Customizzazione dei prodotti famosi

Sono due aspetti diversi.

Se io acquisto anche prodotti già brandizzati in origine e li personalizzo su richiesta  dell’utente finale o magari a mio gusto con contenuti, immagini o creazioni che sono originali e mie questo di per sé non è un problema.

Altro è quando io personalizzo la t-shirt, la scarpa, la borsa giocando con il marchio altrui, quindi riproponendolo in maniera tale che sia comunque riconoscibile o addirittura sia lo stesso marchio.

Serve l’autorizzazione per modificare i prodotti di marchi registrati

Perché il marchio appartiene al titolare e da un punto di vista strettamente commerciale è il titolare del marchio che decide con chi collaborare.

Se, quindi, vogliamo fare qualsiasi tipo di accordo o di collaborazione per la vendita del prodotto modificato non c’é nessun problema.

Può essere anche il negozio dietro casa che ha registrato il proprio marchio, lo sta usando, a noi ci piace e decidiamo di fare delle t-shirt o altro con quel marchio.

Bisogna raggiungere un accordo.

Se, invece, prendo la t-shirt bianca, normalissima e decido di personalizzarla perché magari la mia cliente ha il bouledogue francese e quindi vuole avere sulla maglia una cosa che glielo ricordi allora va benissimo.

A quel punto le posso vendere anche in serie e non incorro in nessun tipo di violazione.

Ricordiamoci sempre la differenza tra personalizzazione o customizzazione del prodotto e utilizzo o riproposizione del marchio altrui.

Sono due aspetti diversi che soprattutto se hai un e-commerce devi considerare. Perché se fai una vendita che potenzialmente raggiunge tutti devi fare ancora più attenzione.

 

Se vuoi approfondire gli argomenti trattati in questo Post leggi gli articoli della sezione Proprietà Industriale.

Oppure se vuoi risolvere una tua questione legale prenota qui la tua consulenza.

Per tutti gli aggiornamenti segui #LexAroundMe

Lascia qui il tuo commento al blog e ai servizi di LexAround.me

Personalizzare i prodotti a #marchio altrui #ecommerce #venditaonline #brand #ProprietàIndustriale #tuteladelmarchio #LexTalk #LexAroundMe Condividi il Tweet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *