Equity Crowdfunding: la Consob rende più agevole la raccolta di capitali online

LEX AROUND ME EQUITY CROWDFUNDING

Equity Crowdfunding: la Consob rende più agevole la raccolta di capitali online per PMI e start-up

Con la delibera n. 19520 del 24 febbraio 2016 ­la Consob ha modificato il Regolamento n. 18592 del 26 giugno 2013 sulla raccolta di capitali di rischio da parte di start-up innovative tramite portali on-line.

La Consob semplifica il regolamento per la raccolta di capitali di rischio tramite portali online, cerando il presupposto per lo sviluppo dell’equity crowdfunding come canale di finanziamento alternativo agli strumenti tradizionali di erogazione del credito.

L’equity crowfunding è principalmente destinato a favorire il reperimento di finanziamenti da parte di PMI e start-up innovative nonché a ridurre i costi di raccolta e ampliare le categorie di soggetti che possono contribuire a finanziare i progetti d’impresa innovativi.

Tra le novità principali: le verifiche di appropriatezza dell’investimento rispetto alle conoscenze e all’esperienza dell’investitore potranno essere effettuate dagli stessi gestori dei portali – purché risultino dotati di requisiti adeguati – e i soggetti legittimati a sottoscrivere una quota dell’offerta in qualità di investitori professionali vedono l’aggiunta degli “investitori professionali su richiesta” e degli “investitori a supporto dell’innovazione”, identificati da Consob sulla base di criteri oggettivi.

La delibera, in corso di pubblicazione, entrerà in vigore il giorno successivo alla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Tutte le novità sono reperibili sul sito della Consob.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.