Come vendere prodotti nei videogiochi

COME VENDERE PRODOTTI NEI VIDEOGIOCHI LEX AROUND ME

Come vendere prodotti nei videogiochi

Il termine “gaming retail” è nato come vendita al dettaglio di prodotti legati al mondo del gaming, videogiochi e accessori correlati. Un ambiente dedicato e specializzato per l’acquisto di prodotti legati, appunto, al mondo del gaming.

 COME VENDERE PRODOTTI NEI VIDEOGIOCHI LEX AROUND ME

Foto di Malvestida su Unsplash

 

Ormai da tempo il gaming retail si sta trasformando in qualcosa di più ampio, aprendo nuove opportunità anche per i brand.  L’inserimento di prodotti nei videogiochi è ormai un modo efficace di promuovere il proprio brand da parte delle aziende, soprattutto estere.

Ma come si può vendere all’interno dei videogiochi?

Parlando di advertising il caso più famoso è quello di FIFA, dove gli spazi pubblicitari registrano un fatturato maggiore nel gioco che negli stadi.

Ma se parliamo di live commerce l’esempio vincente è sicuramente Twitch, che ha presentato prodotti acquistabili in live streaming, vedendo triplicare il fatturato dal 2020 al 2022. Dimostrando che il live commerce può essere un approccio efficace e profittevole. Un esempio significativo è anche l’operazione di Polo Ralph Lauren con Fortnite.

L’azienda ha unito il mondo fisico e quello digitale attraverso la presentazione e la vendita di prodotti sia digitali che reali. La presentazione in contemporanea della collezione per Fortnite, composta da una serie di skin acquistabili sullo Shop del videogioco per vestire i propri personaggi e la capsule collection disponibile sull’e-commerce e nel negozi Ralph Lauren è l’esempio perfetto di uso del gaming in un’ottica di posizionamento del marchio.

COME VENDERE PRODOTTI NEI VIDEOGIOCHI LEX AROUND ME

Foto di inma santiago su Unsplash

Per vendere i tuoi prodotti nei videogiochi, puoi seguire diversi approcci in base al contesto del gioco e alle opportunità disponibili:

  • Inserimento di prodotti all’interno del gioco. Se sei uno sviluppatore di giochi, potresti integrare i tuoi prodotti all’interno del gioco. Ad esempio, se stai creando un gioco di simulazione aziendale, potresti consentire ai giocatori di acquistare e utilizzare i tuoi prodotti virtuali all’interno del gioco.
  • Collaborazioni con sviluppatori di giochi. Puoi cercare partnership con gli sviluppatori di videogiochi per inserire i tuoi prodotti come parte del gameplay o come oggetti collezionabili, anche attraverso accordi di licenza.
  • Pubblicità in-game. Investire in pubblicità in-game per promuovere i tuoi prodotti potrebbe essere una strategia efficace per raggiungere un pubblico specifico di giocatori interessati ai prodotti che vendi.
  • Creazione di giochi promozionali. Puoi sviluppare giochi promozionali legati ai tuoi prodotti. Ad esempio, se vendi abbigliamento sportivo, potresti creare un gioco in cui i giocatori possono personalizzare i personaggi acquistando i tuoi prodotti.
  • Sviluppo di giochi dedicati. Puoi anche considerare lo sviluppo di un gioco dedicato che ruoti attorno ai tuoi prodotti. Questo richiede investimenti importanti ma potrebbe offrire un modo unico per coinvolgere i giocatori.

Ormai possiamo considerare il mondo del gaming come un ulteriore spazio per i brand per fare comunicazione e vendere i propri prodotti.

In particolare se il tuo target è difficilmente raggiungibile attraverso i media tradizionali e poco attento alle proposte commerciali nei social poter proporre e vendere i tuoi prodotti sulle piattaforme di gioco può essere una scelta vincente.

Se vuoi approfondire il gaming retail e la vendita di prodotti all’interno dei videogiochi prenota qui la tua prima consulenza.

Per tutti gli aggiornamenti segui #LexAroundMe

Lascia qui il tuo commento al blog e ai servizi di LexAround.me

Come vendere prodotti nei #videogiochi #ecommerce #Gaming #Videogioco #brand #Marchio #gamingretail Condividi il Tweet

Chi sono:

Scrivi un commento

SEGUI #LEXAROUNDME